CONVEGNO GREEN 3.0
AMBIENTE & BENESSERE
AMBIENTE & SPORT
SABATO 20 MAGGIO 2017 dalle 9 alle 18.

Villa Bernocchi - Viale Giovanni Marsaglia 7, Premeno VB
Campo Comunale Golf Premeno - Via Pineta 1, Premeno VB
Chairman: Prof. Avv. Leonardo Salvemini
Docente di Diritto dell’Ambiente*

 

Scarica la locandina

Il 12, 13 e 14 maggio 2017 si svolgerà, presso il quartiere fieristico LARIO FIERE - Erba (Como), Forlener 2017, la principale manifestazione nazionale che valorizza e mette in mostra prodotti, servizi e tecnologie secondo una logica di filiera: dalla gestione forestale, al taglio, raccolta e lavorazione del legno, fino alla sua valorizzazione energetica ai vari livelli di potenza, riscaldamento domestico privato e collettivo, cogenerazione. Fondazione Minoprio sarà presente per promuovere le proprie iniziative di formazione anche nel settore forestale, con la presentazione dei corsi per Operatore Forestale, Utilizzo in Sicurezza della Motosega e del nuovo corso per Tecnico Forestale, finanziato dall'Unione Europea attraverso il progetto Lombardia Plus 2016 - 2018.

Ci trovate tra gli espositori nella categoria "Istituto di Formazione professionale".

www.forlener.it

 

Il 15 e 16 maggio 2017 si svolgeranno alla Fondazione Minoprio gli esami per il conseguimento del Patentino Europeo della Motosega (PEM) per gli allievi delle classi terze del nostro Centro di Formazione.

Il PEM è un sistema di qualificazione elaborato dall'associazione EFESC (European Forestry and Environmental Skills Council), di cui Fondazione Minoprio è socio, per valutare le competenze degli operatore forestali sull'uso in sicurezza della motosega. Si tratta di una certificazione nata per accrescere la professionalità e favorire la mobilità degli operatori forestali in Europa. Il PEM è articolato in 4 livelli di competenze, gli allievi di Fondazione Minoprio si sottoporranno alla valutazione degli esaminatori EFESC per conseguire il patentino di livello 1 (ECC1), specifico per le operazioni di manutenzione della motosega e le operazioni di depezzatura.

www.efesc.it

 

Qui di seguito presentiamo i progetti valutati dal primo al quarto posto. Sarà possibile scaricare il file .zip (100 MB) con tutti i progetti tramite il link in basso.

 

 

PRIMO CLASSIFICATO  
1class a  1class b 
   
SECONDO CLASSIFICATO  
 2class a  2class b
   
TERZO CLASSIFICATO  
 3class a  3class b
   
QUARTO CLASSIFICATO  
 4class a  4class b

SCARICA I PRIMI 4 CLASSIFICATI

SCARICA GLI ALTRI PROGETTI PRESENTATI

 

Tecnico Forestale

Profilo professionale

Il corso ha l’obiettivo di formare la figura del Tecnico Forestale, con funzioni operative e gestionali in ambito forestale intermedie rispetto al dottore forestale e all’operatore forestale responsabile, con particolare attenzione all’ambito della sicurezza sul lavoro, al monitoraggio e gestione sostenibile del territorio ed all’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili.

Sbocchi occupazionali

Il Tecnico Forestale:

- organizza in sicurezza le attività di un cantiere forestale, coordinando le operazioni di taglio ed esbosco;

- collabora con il dottore forestale nel monitoraggio e nella gestione delle attività colturali e di forestazione;

- gestisce la destinazione dei prodotti dell’esbosco, con particolare attenzione alla loro valorizzazione per la produzione di energia.

Destinatari e requisiti di ingresso

Il corso è rivolto a 10 soggetti disoccupati, dai 18 fino ai 35 anni compiuti alla data di approvazione dell’Avviso, residenti o domiciliati in Regione Lombardia.

 

Il "Fattore" Sociale

Profilo professionale

Il corso prevede attività mirate a potenziare le conoscenze dei corsisti, le autonomie di base e la cooperazione in piccolo gruppo, presupposti per poter lavorare con risultato all'interno di una fattoria sociale in un'ottica di agricoltura evoluta. Particolare attenzione verrà posta alle tecniche di semina, trapianto e raccolta frutti/ortaggi. L'ambiente agricolo, con attività prevalenti all'aria aperta, coinvolgerà l'utenza ad una cooperazione attenta e produttiva. I corsisti avranno la possibilità di conoscere anche il mondo dell'apicoltura, con la sperimentazione della trasformazione dei prodotti che offre l'alveare. I partecipanti potranno frequentare un tirocinio formativo presso aziende del settore.

Sbocchi occupazionali

Possibilità di impiego come operaio in cooperative del verde o raggiungimento di competenze spendibili in ambienti protetti che hanno particolare attenzione alle attività ortofrutticole.

Destinatari e requisiti di ingresso

Il corso si rivolge ad adulti disabili o in situazione certificata di svantaggio sociale, di ambo i sessi, disoccupati o inoccupati. I candidati devono aver concluso percorsi in diritto-dovere e devono essere in possesso di una certificazione di competenze attinente al percorso proposto.

 

ALTRI CORSI IN FASE DI ATTIVAZIONE

Apicoltore

Manutentore del verde

IAP - Imprenditore Agricolo Professionale Biologico

Invito alla Presentazione
Istituto Tecnico Superiore (Post diploma)
SCUOLA DI ALTA SPECIALIZZAZIONE, UNICA IN ITALIA

Venerdì 7 luglio 2017
Venerdì 29 settembre 2017
Venerdì 13 ottobre 2017
alle ore 15.00

 

Illustrazione dei seguenti corsi per:
• Tecnico Superiore per la filiera delle nuove produzioni vegetali e servizi del verde
• Tecnico Superiore per il controllo, la valorizzazione, la commercializzazione e il marketing delle produzioni agroalimentari
• Tecnico dei Giardini
• Tecnico Agricoltura Biologica
• Giardiniere

con visita della struttura aziendale e residenziale

E’ gradita la conferma della partecipazione
Siamo aperti tutti i giorni dal Lunedì al Venerdì su appuntamento.

Scarica il depliant informativo

Seminario organizzato nell’ambito del “Corso per Tecnico Superiore per il controllo, la valorizzazione e il marketing delle produzioni agroalimentari”(II°annualità) a.f 2016-17.
Un numero crescente di aziende alimentari aderisce alle certificazioni volontarie e si possono creare nuove opportunità di sviluppo di prodotto.
ARGOMENTI TRATTATI:
Gli standard volontari (BRC, IFS, ISO 22000): contesto attuale , requisiti richiesti, differenze
Il ruolo del Sistema HACCP negli standard volontari
Esempio di progettazione di prodotto:cosciotto suino senza nitriti e nitrati aggiunti
Additivi alimentari: il parere del medico nutrizionale
Punti critici e rischi microbiologici nei prodotti cotti a base di carne
Utilizzo di prodotti alternativi all’impiego di nitriti e nitrati
Illustrazione dei programmi dei controlli igienico-sanitari attuati

“Quando gli alberi chinano il capo, vuol dire che il vento sta passando.” (C.G. Rossetti)
Un albero di solito è appariscente e sono ben evidenti le parti che lo costituiscono: colletto, tronco, branche, rami, fiori, foglie. C’è una parte che non si vede e che pertanto è impossibile verificare “a vista”: la radice. Per accertare l’efficacia del suo ancoraggio si ricorre a metodi strumentali e questi occorre che siano “non invasivi”. La propagazione delle onde sonore consente di tracciare la morfologia dell’apparato radicale; la messa in trazione del fusto, tramite un cavo collegato ad un paranco, porta al calcolo dell’indice di sicurezza rispetto ai carichi statici. Lo studio delle reazioni dell’albero all’azione del vento naturale permette la stima dell’indice di sicurezza rispetto ai carichi dinamici. Il seminario intende fare il punto su questi metodi d’indagine: le teorie, gli strumenti, le loro applicazioni e la manualità con cui si effettuano queste analisi.

Il Piano di Azione Nazionale (PAN) costituisce uno strumento innovativo per l’uso sostenibile dei prodotti fitosanitari che deve essere pienamente attuato da parte degli imprenditori agricoli anche grazie ad una necessaria e adeguata attività di formazione e informazione. Il convegno intende esaminare, confrontando le esperienze delle Regioni del bacino del Po, lo stato di avanzamento dell’applicazione del PAN. E’ prevista al pomeriggio una tavola rotonda su nuovi approcci di sostenibilità. Interverrà inoltre la Direttrice dell’ “Agence nationale de sécurité sanitaire de l'alimentation, de l'environnement et du travail” francese, che illustrerà l’applicazione del PAN in Francia.

Presentazioni

Il Piano d’Azione Nazionale (PAN), strumento tecnico-applicativo della Direttiva “Uso sostenibile dei prodotti fitosanitari” (2009/128/CE), è in piena fase di attuazione in molte sue parti. Diversi sono gli aspetti sui quali gli utilizzatori professionali sono chiamati ad intervenire nella realtà pratica della loro azienda: decisioni di carattere strutturale e cambiamenti comportamentali devono quindi essere adeguati alle richieste normative. Con questo convegno Fondazione Minoprio e Syngenta intendono promuovere la diffusione di “buone pratiche” e informazioni con l’obiettivo di creare una rete condivisa di conoscenze e di supporto tecnico per il florovivaismo in ambiente protetto. In particolare, verrà presentato il manuale “Linee guida per un uso sostenibile dei prodotti fitosanitari in serra”, strumento di indirizzo per le scelte volte ad ottimizzare l’impiego dei prodotti fitosanitari nel rispetto dell’uomo e dell’ambiente.

Programma

Presentazioni

Pagina 1 di 5